Diario dal Parlamento 15 maggio

UNIONI CIVILI

Finalmente le unioni civili sono una legge dello stato italiano. Per la prima volta si affermano diritti negati per troppo tempo. Un percorso lungo e snervante che ha retto alle polemiche pretestuose e ai voltafaccia di alcuni gruppi parlamentari. Lo Stato italiano FullSizeRenderlegittima giuridicamente il rapporto tra conviventi uomo donna non uniti dal vincolo matrimoniale e legittima le unioni tra persone dello stesso sesso. Si riconoscono diritti prima non tutelati: dal cognome all’obbligo di assistenza morale e materiale; dalla reversibilità della pensione al diritto di assistenza e di accesso alle informazioni personali in caso di malattia e tante altre piccole conquiste civili che miglioreranno la vita di milioni di cittadini. Non c’è una norma sull’adozione del figlio del partner (si lascia ai giudici la discrezionalitá di decidere caso per caso) ma la battaglia per i diritti civili e l’impegno del PD non termina certo qui. A questo link lo speciale

AMBIENTE

La Camera ha dato il via libera al disegno di legge sul contenimento del consumo di suolo e sul riuso di quello già edificato. Il provvedimento, che adesso torna al Senato per l’approvazione definitiva, determina e fissa i limiti quantitativi al consumo di nuovo suolo agricolo coerentemente con gli obiettivi che l’Europa si è data. Qui il dossier

CARTA DEI DIRITTI UNIVERSALI

Si è tenuto mercoledì l’incontro tra i capigruppo del PD di Camera e Senato Ettore Rosato e Luigi Zanda e una rappresentanza della Cgil guidata dalla segretaria generale Susanna Camusso. È stata l’occasione per i rappresentanti sindacali di illustrare la “Carta dei diritti universali del lavoro”. Il PD si è impegnato a far approdare in Parlamento la proposta di legge appena terminata la raccolta di firme.

TERRITORIO ED ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Con la presentazione delle liste elettorali è iniziata la campgna elettorale per le elezioni amministrative del 5 luglio. Nella nostra provincia si voterà nei Comuni di Noto, Lentini, Ferla e Sortino. A Noto e Ferla il Partito Democratico punta sull’esperienza e gli ottimi risultati dei sindaci uscenti Corrado Bonfanti e Michelangelo Giansiracusa. A Lentini si punta sulla capacità e l’onestà di Andrea Zarbano mentre a Sortino il mio appoggio va a Dionisio Mollica. Quattro persone competenti ed oneste quattro amministratori su cui puntare per una politica del fare e una amministrazione trasparente ed efficiente.

(letto 605 volte)

Comments are closed.