Diario dal Parlamento 19 marzo

 SICUREZZA

Approvato in prima lettura il decreto che prevede interventi per la sicurezza delle città. L’equilibrio tra prevenzione e repressione è lo spirito su cui si muove il provvedimento. Migliorato l’assetto istituzionale per la promozione della sicurezza: competenze chiare senza sovrapposizioni. Sono previsti anche interventi di prossimità che andranno a vantaggio delle zone maggiormente interessate dai fenomeni di degrado. Lo speciale

FINE VITA

l’opposizione voleva rallentare la legge sul testamento biologico ed ha presentato  pregiudiziali di costituzionalità che sono state respinte. Così finalmente potremmo legiferare su un tema che da tempo ci viene richiesto da milioni di cittadini. L’Aula potrà così continuare l’esame di una legge equilibrata, attesa da molto tempo e che attua pienamente l’articolo 32 della Costituzione: ovvero il cittadino può  scegliere le cure a cui essere sottoposto. Lo speciale

EPATITE C

Abbiamo chiesto una rinegoziazione tra l’Aifa e le case farmaceutiche che producono il farmaco per l’epatite C al fine di poter mettere in commercio questo farmaco ad un prezzo accessibile a tutti. Il question time

SPRAR ARETUSA ACCOGLIENZA 

La situazione in cui versa lo Sprar Aretusa Accoglienza sito nel comune di Melilli, affidato al Comune di Siracusa e gestito dalla cooperativa sociale Luoghi Comuni di Acireale è vergognosa. Innumerevoli le criticità che vanno dall’utilizzo di un gruppo elettrogeno al posto di un normale allacciamento alla rete di energia elettrica, alla mancanza di zone ricreative comuni; dalla totale assenza di un piano pasti settimanale, alla carenza dei progetti di formazione e riqualificazione professionale. La situazione pessima anche dal punto di vista della sicurezza dei luoghi che, senza la necessaria manutenzione, stanno cadendo a pezzi e diventando inaccessibili. Gli operatori o non vengono pagati un da un anno perché la coop non è  mai stata regolare con la rendicontazione al Ministero. Per di più, lo scorso mese di febbraio, giunti a una situazione d’impossibilità gestionale del servizio, il Comune di Siracusa è stato costretto a farsi carico dell’erogazione diretta delle mensilità arretrate. Da semplice indagine conoscitiva risulta infatti che la cooperativa Luoghi Comuni, pur avendo ricevuto numerosi acconti, ha presentato la rendicontazione del 2014 con enorme ritardo rispetto alla scadenza e non ha ancora ultimato la rendicontazione relative all’anno 2015 e non ha mai presentato quella relativa al 2016. Una situazione incresciosa e non degna di un paese civile per la quale ho chiesto un intervento celere ed esemplare al Ministero. La voce dei dipendenti dello Sprar

DISCARICA CISMA

Le indagini della magistratura, gli arresti e il sequestro della discarica Cisma di Melilli, svelano uno scenario inquietante e un’asse distorto e criminale mafia – imprenditoria -funzionari regionali e comunali. Un’asse che si collega ad altre vicende di malaffare del nostro martoriato territorio, storie di autorizzazioni pubbliche concesse senza scrupoli e di sentenze di giustizia amministrativa obnubilate da relazioni e consulente tecniche che, dopo i fatti di questi giorni, appaiono ancora più discutibili. Nei prossimi giorni presenterò una interrogazione dettagliata su questi intrecci malefici che insistono sul territorio di Siracusa.

(letto 256 volte)

Comments are closed.