Diario dal Parlamento 2 ottobre

Diario dal Parlamento

PICCOLI COMUNI

Di seguio uno scritto del capogruppo PD Ettore Rosato che condivido in pieno.

Ci sono volute 4 legislature e 15 anni di staffette tra Camera e Senato: un esempio perfetto di bicameralismo paritario, farraginoso e inconcludente. 

La Camera ha dato il via libera, a larghissima maggioranza, ad un provvedimento che salvaguardia i piccoli comuni, quelli fino a 5000 abitanti, il 67 % circa del totale. Ora, passa al Senato; speriamo sia la volta buona. 

L’aspettano 10 milioni di italiani che abitano in questi piccoli centri, situati prevalentemente in zone montane, spina dorsale di un’Italia spesso sconosciuta, ma ricca di cultura, storia e con un patrimonio artistico e ambientale straordinario. 

La legge punta a frenare lo spopolamento e l’abbandono, anche per prevenire i rischi e l’impoverimento del territorio. 

Un investimento pluriennale di 100 milioni di euro servirà per la riqualificazione degli immobili abbandonati, la manutenzione del territorio soprattutto quello soggetto a problemi idrogeologici, la messa in sicurezza di strade e scuole, l’acquisizione di case cantoniere e tratti di ferrovie dismesse da rendere disponibili per attività turistiche. 

C’è una piccola Italia che racchiude un grande patrimonio artistico, culturale, enogastronomico. Vogliamo siglare con queste comunità, preservandole e sostenendole, un nuovo patto di cittadinanza. (Ettore Rosato)

Arriva il sì della Camera per la legge sui piccoli comuni, un provvedimento molto atteso che passa ora al Senato. Il provvedimento promuove e sostiene lo sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale dei piccoli comuni fino a 5000 abitanti, promuove l’equilibrio demografico del Paese, favorendo la residenza in tali comuni e tutela e valorizza il loro patrimonio naturale, rurale, storico-culturale e architettonico. La legge stanzia 100 milioni di euro e rappresenta un’opportunità per ridefinire le vocazioni di questi territori e delle relative comunità, coniugando storia, cultura e saperi tradizionali con l’innovazione, le nuove tecnologie e la green economy. Con i fondi stanziati i comuni della provincia di Siracusa potranno sviluppare progetti per il recupero e riqualificazione dei centri storici, per la promozione di alberghi diffusi e per  l’adozione di misure di contrasto dell’abbandono di immobili e di terreni; potranno favorire la diffusione della banda larga e promuovere il consumo e la commercializzazione dei prodotti agricoli e alimentari provenienti da filiera corta. Qui lo speciale

BILANCIO CAMERA DEPUTATI

La Camera dei deputati ha restituito al bilancio dello Stato, effettuando il relativo trasferimento bancario in favore del Ministero dell’economia, la somma di 47 milioni di euro, dando seguito a quanto deliberato dall’Assemblea nella seduta dello scorso 3 agosto in sede di esame del bilancio di previsione 2016. Si tratta della restituzione più consistente mai operata dalla Camera dei deputati.

PENSIONI: INTESA GOVERNO SINDACATI

Firmato un verbale di intesa tra Governo e sindacati sulle pensioni. Un passo importante per i lavoratori e i pensionati ai quali arriveranno 6 miliardi nell’arco di tre anni. L’intesa prevede l’eliminazione dell’assurdo regime delle ricongiunzioni onerose, l’uscita flessibile dal lavoro e l’estensione e l’aumento della quattordicesima per i pensionati con i redditi più bassi. Il confronto con le parti sociali continuerà, con l’obiettivo di riformare il sistema di calcolo contributivo per permettere anche ai giovani con redditi bassi di aver diritto alla pensione.

(letto 556 volte)

Comments are closed.