Diario dal Parlamento 8 novembre

Carissimi,
nella settimana appena conclusa la Camera ha votato una parte della riforma del processo civile. Naturalmente si tratta di un primo passo all’interno di un percorso di riforma molto ampio. L’obiettivo è quello di dare ai cittadini un sistema giudiziario più efficiente e rapido. Le norme a mio avviso di rilievo riguardano lo snellimento delle procedure nelle separazioni dei coniugi.

SANITA’
Nel corso del question time, abbiamo chiesto l’impegno del governo per garantire ai malati di epatite C, che in Italia sono circa 400mila, l’accesso al nuovo farmaco salva-vita Sofosbuvir, e una rapida applicazione del Piano Nazionale per l’eradicazione delle epatiti virali. Il farmaco in questione, nonostante gli effetti benefici sui pazienti era stato ritirato dal commercio. Adesso, torna prescrivibile per il sollievo di tanti malati.

SOPRINTENDEZA SIRACUSA
Sono intervenuta con una nota alla stampa, in merito al trasferimento dei funzionari della Soprintendenza di Siracusa che, lungi dal rappresentare una normale rotazione assume i connotati di un atto politico punitivo che segue gli atti precedenti compresa la revoca della Soprintendente Basile. Sono convinta che quanto accaduto sia estremamente grave e ritengo che vada affrontato non solo a livello di ricorsi amministravi ma anche attraverso un chiarimento politico con il governo regionale.

CASO SCIERI
Profondamente colpita dalla sentenza del tribunale di Roma sul caso di Stefano Cucchi, non posso non associare gli strazianti avvenimenti del 2009 a quelli che hanno avuto come protagonista Emanuele Scieri, il parà della Folgore trovato cadavere, dopo giorni di agonia, all’interno della caserma Gamerra di Pisa. Era il 1999 e allora come adesso, i parenti, gli amici, e l’opinione pubblica che hanno seguito la vicenda, non hanno ottenuto risposte. Quando lo stato giudica lo stato, abbiamo troppo spesso assistito a sentenze zoppe, ad archiviazioni, ad omissioni imbarazzanti, ma ciò che imbarazza veramente e che non può essere tollerato e che qualcuno possa morire in circostanze spaventose all’interno di presidi dello Stato, siano esse caserme militari o carceri, nell’indifferenza, nella mancata assunzione di responsabilità, nel terribile silenzio che segue l’ultimo respiro di un essere umano. Per questo motivo ho presentato un progetto di legge che chiede l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte Scieri. Il gruppo “Verità e giustizia per Lele Scieri” ha iniziato una campagna di sensibilizzazione per chiedere la calendarizzazione della proposta di legge. Chiunque volesse partecipare può trovare tutte le informazioni sulla pagina Facebook “Verità e giustizia per Lele Scieri”

INFRASTRUTTURE
Firmata ieri la convenzione per il raddoppio di carreggiata sulla Ragusa – Catania. Il lavoro meticoloso, portato avanti da me, dalla Senatrice Venera Padua e dai deputati Pippo Zappulla e Luisella Albanella ha portato i risultati sperati. Un ringraziamento va a tutti quelli che, anche in passato, hanno contribuito a rendere più consolidato questo tormentato percorso. Non illudiamoci, però, perché quello di venerdì rappresenta soltanto l’inizio di un altro momento ben più complesso e articolato, in cui sarà necessario, ancora una volta, stringere le maglie per fare in modo che gli impegni presi siano rispettati.

SCUOLA
Vi ricordo che oggi, alle 16:30 nella Sala Pirandello del Liceo classico Gargallo in via Luigi Monti (zona Pizzuta) si terrà l’incontro “Scuola e Cittadinanza Attiva”. Un momento importante per discutere di riforma della scuola, sentire i pareri di esperti e degli insegnati e dirigenti scolastici.

(letto 916 volte)

Comments are closed.