Inda, Incontro con il Ministro Bray

Dal primo giorno in Parlamento, Ho lavorato per sbloccare la situazione dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico. In questi mesi, insieme all’On. Pippo Zappulla, abbiamo utilizzato tutti gli strumenti a nostra disposizione per chiedere chiarimenti al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali Massimo Bray. Le nostre richieste chiedevano di approvare con sollecitudine le modifiche statutarie adottate dal consiglio di amministrazione della fondazione Inda, di avviare il procedimento per nominare i componenti del consiglio di amministrazione e di revocare senza indugio il decreto datato 11 aprile 2013 quanto meno nella parte in cui nominava il commissario straordinario, anziché il sindaco del comune di Siracusa. Nella giornata di oggi, abbiamo incontrato il Ministro Bray che si è dimostrato disponibile e deciso a risolvere la situazione. Il Ministro ci ha informati di aver ricevuto una bozza del nuovo Statuto dell’Inda, modificato dal Commissario Giacchetti e che lo ha inoltrato al Ministro dell’Economia Saccomanni per l’avallo definitivo. Nel corso della discussione il Ministro Bray ha garantito che farà di tutto per accelerare l’iter ed evitare così la proroga del commissariamento, che erogherà un contributo economico per i festeggiamenti del centenario e che ha provveduto ad istituire un comitato scientifico di alto profilo per valutare la programmazione culturale del centenario.

(letto 741 volte)

Comments are closed.